Il Blog di Stuzzicadentity

5 consigli SEO Stuzzicadentity

Prima dei 5 Consigli per vendere con il tuo sito web

I 5 Consigli per vendere con il tuo sito web ti aiuteranno a migliorare la navigazione e l’usabilità del tuo sito web ma prima di scoprirli insieme voglio fare una breve premessa sul perché è importante avere un sito web (ancora non avete un sito?? Sveglia siamo nel 2015) e perché è importante migliorare l’aspetto, la navigazione e l’usabilità in generale del sito web.

Il primo vero motivo per cui devi avere un sito web intuitivo è perché sei su internet!

 

Il secondo motivo per cui è importante seguire questi consigli riguarda l’indicizzazione sui Motori di Ricerca

Google premia, in base a diversi parametri, tutti quei siti che curano la propria usabilità migliorando l’indicizzazione e riuscendo più facilmente ad arrivare tra i primi risultati di Google.

Se vuoi approfondire l’argomento sull’indicizzazione su google leggi SEO: Vuol dire arrivare primi su Google? NO

L’ultimo motivo è la condizione necessaria di questo articolo. Avere un sito web.

Se non avete un sito web vi voglio dire che un sacco di clienti stanno andando dal vostro concorrente proprio accanto a voi solo perché sono riusciti a trovare facilmente il suo numero di telefono o il sui indirizzo per raggiungerlo.

Ecco i 5 Consigli per vendere con il tuo sito web

Vendere attraverso il web non vuol dire necessariamente avere un e-commerce, ci sono molti altri modi per vendere attraverso il tuo sito web, come la richiesta di preventivo, informazioni su orari di apertura dell’attività, iscrizioni alla newsletter, e tanti altri obiettivi di business che è bene avere chiaro ecco perché il primo consiglio per vendere con il tuo sito è:

1. Definire gli obiettivi del tuo sito

Prima di iniziare è importante capire quale bisogno volete soddisfare agli utenti che arriveranno sul vostro sito e farlo capire subito.

Voglio essere un e-commerce dove è possibile acquistare direttamente il prodotto/servizio o solo su un sito “vetrina” dove è possibile consultarli?
Voglio essere un sito che presenti la nostra azienda, che spieghi cosa facciamo e come lo facciamo, o un sito editoriale dove offriamo contenuti sempre aggiornati sulle novità del nostro settore?

Qualunque sia il sito che volete vi rappresenti, l’importante è che sia chiaro fin dalla homepage la tipologia di sito che vi rappresenta

Scelta la tipologia di sito, non vi resta che immaginare quali obiettivi l’utente deve raggiungere per rendere profittevole il vostro sito web.

Volete farli iscrivere ad una newsletter dove divulgare le vostre ultime offerte? O volete che vi lascino un contatto ed un vostro operatore li contatterà successivamente?

Definite l’obiettivo e tenetelo sempre bene in mente mentre progettate il vostro sito web

Una volta scelti gli obiettivi, gli utenti devono compiere le azioni che porteranno al raggiungimento dei vostri risultati.

Come? Con il nostro secondo consiglio

2. Rendi chiaro e semplice cosa devono fare e dove devono farlo

Complicare è facile, semplificare è difficile. Per complicare basta aggiungere tutto quello che si vuole: colori, forme, azioni, decorazioni, personaggi, ambienti piani di cose. Tutti sono capaci di complicare. Pochi sono capaci di semplificare. – Bruno Munari

Per semplificare e rendere il nostro sito web chiaro e semplice occorre un layout intuitivo (l’impaginazione delle pagine web), dei testi chiari e leggibili e delle chiamate all’azione intuitive e visibili (CTA – Call To Action) e che tutti questi elementi siano coerenti e coordinati fra di loro.

Gli elementi che andremo ad inserire nella nostra pagina web saranno chiari e semplici quando saranno “autoevidenti” ed “autoesplicativi”. Per fare questo ecco alcune semplici regole.

Le regole per rendere gli elementi autoevidenti e autoesplicativi

  • Creare gerarchie visive
    Ci saranno elementi più importanti rispetto ad altri, questi dovranno avere dimensioni più grandi e colori più evidenti
  • Rendere ovvio cosa è cliccabile e cosa no
    Ci sono alcuni segnali evidenti che ci fanno capire se un elemento è cliccabile oppure no, come il cursore del mouse che cambia nella classica manina, o l’aspetto del bottone che si modifica al passaggio del mouse. Anche un testo sottolineato spesso ci indica che quella parola è cliccabile e che ci porterà ad un’altra sezione del sito.
  • Un’immagine vale più di mille parole
    Quando lo spazio è poco sfruttare le icone per rendere chiaro cosa è quello elemento può essere una buona soluzione. Sapremo certamente che cliccando su una lente di ingrandimento avvieremo una ricerca, o che l’icona del cellulare indicherà il contatto del cellulare della nostra attività

Cosa è successo e cosa succederà se…??

Altro elemento importantissimo per rendere chiaro cosa devono fare gli utenti e dove devono farlo riguarda i feedback e i feedforward

Cosa sono i feedback?

I feedback (in questo caso) sono informazioni che il sistema restituisce all’utente riguardo ad un’azione da appena compiuta, come ad esempio il buon esito dell’invio di una mail attraverso un form, o l’aggiunta di un elemento al carrello o alla lista dei desideri. Fornire queste informazioni permette di rassicurare l’utente e di rendere piacevole e veloce l’uso del sito e di tutti gli step che l’utente deve fare al fine di concludere l’azione per il raggiungere dell’obiettivo che ci siamo prefissi.

Cosa sono i Feedforward?

I feedforward, di senso opposto ai feedback, sono quelle informazioni che indicano cosa succederà al compimento di una determinata azione. Esempi di questa informazioni possono essere l’informativa che cliccando quel bottone si verrà reindirizzati in un altro sito, o che si uscirà dall’area protetta di un sito, o le conseguenze dell’invio di un modulo o della cancellazione di un elemento. La presenza di queste informazioni rassicura l’utente sui reali effetti di una sua azione incentivandolo di conseguenza a compierla.

Aiuti, ricerca, FAQ, e tutorial

Se volessimo paragonare un sito ad un negozio fisico potremmo distinguere due tipologie di clienti, coloro che girano per il negozio alla ricerca dell’articolo di cui hanno bisogno e coloro che chiedono subito al commesso dove possono trovare l’articolo desiderato.

I primi faranno affidamento alle proprie esperienze pregresse in quel negozio, o alle segnaletiche sui reparti, i secondi girano alla ricerca di un dipendente. Così in un sito possiamo dire che ci saranno utenti che proveranno la navigazione del sito e altri che si affideranno direttamente alla barra di ricerca, ma non solo, molti utenti si affidano anche alle FAQ e ai tutorial per trovare facilmente informazioni e rispondere a domande sull’utilizzo del prodotto o servizio.

Implementare questi strumenti sul vostro sito vi permetterà di migliorare l’esperienza di navigazione dei vostri utenti e di far risparmiare del tempo a voi nel rispondere sempre alle stesse domande.

3. Sfruttare le convenzioni

Per ridurre al minimo lo sforzo degli utenti nel nostro sito, facendoli concentrare solo sulla scelta di quale nostro prodotto o servizio vogliono acquistare, esiste un trucco semplice semplice, ovvero sfruttare le convenzione che negli anni si sono consolidate su internet e sui siti web.

Ecco un elenco delle principali Convenzioni che devi sfruttare per vendere con il tuo sito web!

  • Il logo sempre visibile 
    Il logo indica chi siete e nel sito di chi si trovano i tuoi utenti. Le convenzioni del web lo posizionano sempre in alto prima di ogni contenuto, generalmente sulla sinistra della pagina, più raramente al centro. Il logo deve essere sempre visibile in tutte le pagine e sempre nella stessa posizione. Cliccando sul logo si potrà tornare alla homepage
  • Etichette della navigazione chiare e semplici
    I termini che usate nel vostro menù dovranno essere semplici ed indicare perfettamente il contenuto di quella pagina / sezione del sito. Bisognerà evitare etichette che possono avere più interpretazioni, o che stilisticamente possano essere più gradevoli ma che non rendono chiaro cosa l’utente troverà al suo interno.
  • La posizione degli elementi standard (login, info contatti, carrello e social)
    Molti degli elementi che inseriamo nella nostra pagina web si trovano sempre nella stessa posizione per delle convenzioni, esempi sono il login e il carrello che si trovano in alto a destra delle pagine web, mentre le info dei contatti e i social sono spesso inseriti nel “footer” ovvero la parte bassa di ogni pagina web.
  • Briciole di pane (Breadcrumb)
    Le briciole di pane sono quei link posizionati sopra o sotto il titolo che ripercorrono il percorso di navigazione per arrivare a quella pagina. Rappresentano un vero sentiero per ritrovare facilmente la strada ed aiutare l’utente a non perdersi tra le pagine del vostro sito web.
  • Usa le icone standard
    Negli anni alcune icone hanno assunto significati standard che risultano utili per indicare determinate azioni o informazioni in modo veloce ed intuitivo. L’icona della lente di ingrandimento indicherà una ricerca, la busta indicherà una mail, il floppy disk indicherà il salvataggio e il cestino la cancellazione di un elemento. Sfruttare queste convenzioni renderà le informazioni e le azioni più autoevidenti e autoesplicative.

4. Leggibilità e scrittura per il web

Scrivere bene per il web vuol dire capire che il tipo di lettura che noi facciamo attraverso qualsiasi dispositivo è molto diverso dalla lettura di un libro o di una rivista. Si dice spesso che le pagine non vengono lette ma scannerizzate, visto che la lettura su un monitor è molto più lenta e faticosa noi spesso cerchiamo di essere catturati da quelle parole che possono rappresentare l’argomento che stiamo cercando nella pagina.

Per questo motivo bisogna avere alcuni accorgimenti di scrittura per poter vendere con il tuo sito web.

Titolo, sottotitolo, abstract

Una struttura semplice per scrivere in modo chiaro sul web

Titolo-sottotitolo-abstract. Basta usare questa semplice struttura per migliorare molto la chiarezza della pagine web. Con il titolo spesso si incuriosisce e si rende chiaro quale sarà l’argomento macro, il sottotitolo ha la funzione di esplicare quale aspetto dell’argomento andremo a trattare e come, infine l’abstract sintetizzerà l’argomento inserendo prima le informazioni principali,  poi le informazioni addizionali e solo alla fine altre informazioni meno necessarie.

Scrivere per tutti

Correttezza grammaticale, brevità e linguaggio tecnico solo se necessario

Usare periodi, sintassi ed espressioni molto semplici e brevi riducendo al minimo i termini tecnici. Da un ricerca è emerso che il vocabolario di base per un italiano con la licenza media inferiore è composto di circa 7.000 vocaboli, questo ci spinge ad adottare una terminologia comune e diffusa.

Voglio segnalare inoltre che recenti studi hanno verificato un aumento della cosiddetta “ignoranza di ritorno” una fenomenologia che porta a regredire fino a 5 anni di istruzione dal livello massimo raggiunto. Un diplomato che non continua ad esercitare la propria cultura può regredire fino al livello di un utente con la licenza media inferiore.

Immagini, elenchi puntati e numerati e icone

Sfruttare simboli, elenchi e supporti grafici per semplificare e ridurre le porzioni di testo

L’uso di elenchi puntati e/o numerati permettono di alleggerire la pagina web e rendono l’informazione più immediata e chiara. Sostituire una serie di dati con una comoda infografica può facilitare la comprensione di statistiche e dati tecnici.

Curate bene la formattazione evidenziano le parole più importanti, dividendo il testo in più paragrafi ed utilizzando grassetto, corsivo ed altri accorgimenti grafici per migliorare la lettura del testo.

Scrivere anche (non solo) per la SEO

Alcuni accorgimenti per i motori di ricerca senza dimenticare che a leggere i contenuti saranno gli umani

Cercate di inserire le parole chiavi della pagina nel titolo gerarchicamente più importante, quello con il tag <h1> e parole chiavi secondarie nelle prime righe dei paragrafi.

Le parole chiavi devono essere coerenti con l’argomento trattato nella pagina web.

5. Pensare Mobile

Ad oggi il 60% degli accessi ad un sito web avviene da un dispositivo mobile, ed il dato è in continua crescita. Rendere il sito facilmente fruibile anche dai cellulari e smartphone è indispensabile per non perdere potenziali clienti che potrebbero acquistare dal tuo sito web.

Per vendere con il tuo sito web dovrai fare in modo che tutti i contenuti della tuo sito web siano perfettamente visibili da cellulare e tablet modificando l’aspetto di titoli, testi e immagini in base alla dimensione dello schermo.

Un buon punto di partenza per verificare se il vostro sito è ottimizzato per i dispositivi mobili ce lo fornisce google con il suo PageSpeed Insight

Questo strumento prende in esame diversi parametri come la velocità di caricamento, la difficoltà nel clic dei link, la velocità di risposta del server, tutti elementi che possono danneggiare l’esperienza d’uso di un utente che prova a collegarsi al vostro sito web da mobile.

Questo è il risultato che otteniamo se inseriamo stuzzicadentity.com su PageSpeed Insight

Schermata 2015-09-13 alle 15.53.20

Conclusioni per vendere con il tuo sito web

Ottimizzare il tuo sito, migliorare l’usabilità, sfruttare le convenzioni può notevolmente incrementare le vendite sul tuo sito web, basta tenere a mente gli obiettivi che gli utenti devono raggiungere e creare un percorso semplice ed intuitivo per raggiungerlo.

Noi di Stuzzicadentity offriamo consulenza per migliorare l’usabilità del tuo sito web, creare un percorso semplice ed intuitivo per i tuoi potenziali clienti e tracciare tutto per determinare l’effettivo completamente degli obiettivi.

Inizia a vendere subito con il tuo sito Contattaci