Il Blog di Stuzzicadentity

video spot senza strategia

Se nella prima mezzora non capisci chi è il pollo, allora il pollo sei tu

Chissà quante volte, negli anni 60, Thomas Preston, anche detto Amarillo Slim, girando l’America per giocare a poker, deve essersi sentito il pollo.

 

Chi è “il pollo”?

La frase in alto è sua ed è diventata famosa dopo che Amarillo era diventato ormai campione del mondo di Poker nel 72.

Tutte quelle volte “da pollo” le avrebbe evitate volentieri. Questa frase è dedicata a tutti quelli che sarebbero venuti dopo

«Se nella prima mezzora non capisci chi è il pollo, allora il pollo sei tu.»

Questo perchè (e lo dice il campione Amarillo) anche TU puoi essere il pollo, se non lo trovi subito guardandoti intorno. E oggi NON guardarsi intorno nel tavolo del business, NON tenere d’occhio il mercato ed i concorrenti, è proprio da pollo.

Tranquillo: se ti stai guardando intorno nella stanza in cui ti trovi, sei sulla buona strada.

Come non sentirsi “il pollo”

Ogni tanto vedo imprenditori che investono in pubblicità di immagine come video spot per la loro comunicazione aziendale.

Bene, bravi. In giro ci sono dei competenti produttori a buon prezzo. Ma non è questo il punto: il problema non sono i produttori (anche loro lo sono spesso a dire il vero), il problema siete voi, che non ascoltate Amarillo Slim.

È diventata una moda, il che, per un imprenditore SERIO, è già il primo campanello di allarme. Parlare di “mode” nel 2015 nell’ambito marketing è triste (oggi il marketing è SCIENZA) ma necessario per evitare che simili disgrazie si ripetano.

Se non vuoi essere TU il pollo, impara prime le regole del business.

Se SCONOSCI le regole, alzati dal tavolo

Le regole? misurare le vendite con strategie di posizionamento e posizionarsi con il marketing a risposta diretta. Te lo spiego in breve.

Il marketing a risposta diretta sarà il tuo asso nella manica: Stiamo parlando della forma di marketing più antica ma sempreverde (è nato nel 1872!). Ha delle regole precise ed è come un poker quando il piatto è conteso: è necessario per vincere.

Perchè è necessario? Perchè se non giochi TU questa carta lo faranno i tuoi commerciali: tu NON hai i contatti e loro marginano più di te sul prezzo. I commerciali non lavorano mica per il banco, tutt’altro: vogliono la parte più grossa del piatto.

Con le strategie di branding i tuoi avversari avranno paura a sfidarti. Quando ho scritto di Branding già 3 anni fa ci avevo visto lungo. Grazie al brand puoi occupare uno spazio nella mente delle persone. E la nostra mente ha delle regole precise.

Categorizziamo, proviamo sentimenti ed emozioni. Grazie al brand (che non è SOLO il marchio) possiamo gestire le percezioni e i significati che attribuiamo spontaneamente ad un segno distintivo (il marchio dell’azienda?), appena lo visualizziamo.

Queste sono le “Regole”, le strategie, necessarie per sedersi al tavolo del business. Tu le conosci?

Video senza strategia? Roba da polli

Quando vedo un video spot insensato Amarillo si rivolta nella tomba. Il marketing diretto ed il Brandig sono dei campioni e non puoi prenderli in giro.

Le trappole che ti fanno diventare un “pollo potenziale” sono due per iniziare” Puoi provare ad ignorarle ma a perdere i soldi sarai soltanto TU:

  1. “Misuriamo le visualizzazioni”: ma le visualizzazioni di un video sono vendite? Non dire proprio.
  2. “Lo facciamo girare sui social”: I social non sono il jolly che ti salva sempre da una mano sbagliata. Sono uno strumento non il risultato. Che poi se un video non è pensato strategicamente fa male sia che si trovi sui social sia che lo vedi in tv.

Cosa fare di fronte a queste due “trappole”? Scappa perchè stai per perdere tanti soldi (e tempo).

Vinci il piatto con il Direct Branding

In Stuzzicadentity abbiamo unito queste due strategie in un sola: Il Direct Brandig, che prevede ANCHE la possibilità di fare video. ANCHE appunto.

In Stuzzicadentity non siamo contro il video in sé (se qualche produttore se lo stesse chiedendo): Noi siamo specializzati in web marketing con il metodo “Direct Branding”. E se la strategia prevede la possibiità di fare un video che ben venga.

In vero finora sono VERAMENTE pochi i video che abbiamo visto fatti bene (non scopiazzati e strategicamente pensati) Mi riprometto di mostrare degli esempi a tal proposito anche di video legati alla promozione territoriale per dire.

Per vincere il piatto del Business NON devi perdere tempo in video promo one shoot.

Adesso tocca a te quindi. Vuoi rischiare (ancora?) di essere il pollo o vuoi lasciare ai concorrenti questo ruolo sul tavolo del business? Se stai dalla parte di Amarillo ( e del Direct Branding), clicca qui:

Scopri Stuzzicadentity – Strategie di Web Marketing